inizio               chi               cosa               fotografie               pubblicazioni               contatti               altri siti


la storia della ferriera sarda di porto torres è, a suo modo, paradigmatica di un modo di intendere la funzione dell’industria e lo sviluppo dei grandi poli industriali calati dal nulla in certi territori per volontà politica e finanziati con ingenti capitali pubblici, un meccanismo che pare fatto apposta per attirare imprenditori privi di scrupoli

l’azienda si costituisce nel 1961 per la produzione di tondini in ferro

è una delle tante aziende satelliti del polo chimico del nord sardegna

da subito sono evidenti i problemi, debolezza degli impianti, mancanza di capitali, scarsa competitività

così dopo soli 18 anni, nel 1979, l’azienda chiude licenziando tutti i suoi dipendenti

oggi l’amianto sbuca fuori ovunque e, a corredo dello scempio del luogo, l’intero archivio aziendale è un mucchio di carta straccia sparsa nella palazzina uffici

affinchè la storia non si tramandi